Frittata di scammaro

Un po’ di tempo fa,leggendo un vecchio ricettario di piatti campani, mi sono imbattuta in un piatto molto speciale:la frittata di scammaro.

Per saperne di più ,ho cercato le origini di questo piatto e naturalmente il significato della parola.

Questa pietanza nasce nel periodo della quaresima, in convento. Nel periodo.di penitenza,quando bisognava mangiare di magro,solo ai monaci malati o con gravi problemi di salute era permesso mangiare la carne,ma erano obbligati a farlo chiusi in camera,per non turbare gli altri.

Difatti in napoletano” cammera”,cioè cammare,voleva dire mangiare di grasso. Per gli altri monaci ,c’era il mangiare di magro,fuori dalle loro camere, ” scammarati”,da qui il detto: mangiare di ” scammaro” ossia di magro.

Difatti questa frittata di pasta è preparata con tutto ciò che si aveva a disposizione in dispensa, mettendo in atto l’ arte di arrangiarsi.

Dopo queste brevi notizie,andiamo a preparare la frittata di scammaro:

INGREDIENTI:

N. 300 gr di spaghetti

N. Uno spicchio di aglio

N. 90 gr di olive di Gaeta

N. 3 filetti di acciughe sotto olio

N. 20 gr di capperi dissalati

N. 20 gr di pinoli

N. Prezzemolo q.b

N. 1 cucchiaio di pangrattato

N. Olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO:

Mettiamo a cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata,rispettando i tempi di cottura sulla confezione.

Snoccioliamo le olive di Gaeta,dissaliamo i capperi,mettendoli a bagno una decina di minuti in acqua.

In una padella mettiamo lo spicchio di aglio e un paio di cucchiai di olio. Facciamo soffriggere un pò ed aggiungiamo le olive ,i capperi, i pinoli. Facciamo cuocere qualche minuto,poi eliminiamo l’ aglio. Alla fine aggiungiamo le alici sott’ olio, tagliate a pezzettini e facciamole disfare un po’.Spegniamo la fiamma e versiamo il condimento in una ciotola. Scoliamo la pasta e uniamola al condimento aggiungendo il prezzemolo tritato,il pangrattato e un filo di olio e rigiriamola bene.

Nella stessa padella dove abbiamo preparato il condimento,mettiamo un filo di olio , scaldiamo bene e versiamoci gli spaghetti. Facciamo cuocere a fiamma vivace per un paio di minuti,poi abbassiamo la fiamma e cuociamo altri 10 minuti,fino a che sarà ben dorata. Poi giriamola dall’ altro lato e procediamo allo stesso modo fino a che sarà ben dorata da entrambi i lati. Mettiamola in un piatto da portata ed aspettiamo che si intiepidisca prima di servire.

Continuate a seguirmi sui miei canali social: Instagram ( acquario_blu) Facebook (cucinavistamarediacquarioblu)per rimanere aggiornati con le ricette.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...